Indurre il vomito in casi di emergenza? Usa il sale grosso!

come fare vomitare il cane SALE GROSSO EMETICO

Indurre il vomito nel cane, può essere una soluzione (su consiglio del veterinario) da poter fare con ciò che si ha in casa, vediamo come farlo.

Vi racconto una storia che mi è successa poco tempo fa e che se non fosse capitata a me, non avrei mai creduto fosse plausibile.

Una Signora mi chiama dicendo che il suo cane ha appena mangiato una bustina di veleno per topi.
Se n’è accorta in quanto era davanti alla finestra che dà sul giardino ed ha visto un corvo che, in volo, ha perso dal becco, qualcosa che cadendo, si è palesata come un’esca avvelenata, appunto la bustina con il veleno per i topi!

Non ha fatto in tempo a rendersi conto di ciò che era successo che subito il cane ha ingerito il tutto in un sol boccone. La Signora era, ovviamente, molto spaventata. Non sapeva cosa fare e mi ha subito chiamato per chiedermi

Come fare vomitare il cane?

Ecco cosa le ho consigliato di fare:

Prenda due cucchiai da minestra di sale grosso, e li dia al suo cane.
Gli metta il cucchiaio direttamente in bocca, poi tenga dolcemente la bocca del cane chiusa con una mano e con l’altra lo accarezzi sotto la testa, in questo modo stimolerà la deglutizione. Attenda pochi minuti e vedrà che il cane vomiterà tutto!

E così è stato!
Il cane sta bene e la Signora non ha nemmeno dovuto venire in clinica per un controllo. Tutto è rimasto sotto controllo!

(Le situazioni di seguito elencate sono generiche e riferite sempre ad animali in buono stato di salute. Consiglio comunque sempre, prima di effettuare qualunque manovra di consultare il proprio medico di fiducia)

Come fare vomitare il cane e soprattutto, quando usare un emetico?

Quando ci si accorge o si abbia il sospetto che il cane ha ingerito oggetti o sostanze nocive per la sua salute.
Entro quanto tempo si può somministrare l’emetico?
Anche entro un’ora/due dall’ assunzione, si può avere un risultato, nel senso che il boccone può non essere stato digerito e quindi può venire espulso.

Quali sostanze o oggetti devono creare preoccupazione?

Ovviamente tutto ciò che non è commestibile, i nostri amici sono in grado di mangiarsi davvero di tutto: calzini, e indumenti intimi vari.
Oggetti in plastica e molto altro, oltre ovviamente a tutto ciò che potrebbe essere associato a veleno e bocconi avvelenati.

come fare vomitare il cane lumachicida usare emeticoAnche i granuli lumachicidi sono tossici per i nostri pet, così come le lumache morte per l’assunzione di tale sostanza, attenzione quindi agli orti e giardini.

Il fertilizzante per le rose, quello a base di ferro è tossico, ne basta un cucchiaino da te, per un cane di 10 kg a fare danni.

Quando NON bisogna indurre il vomito?

E’ certamente sconsigliato indurre il vomito qualora l’animale abbia ingerito sostanze appuntite o taglienti o uncinate.
Le lacerazioni che non si sono fatte entrando nello stomaco, potrebbero certamente crearsi uscendo.
Soprattutto considerando che le contrazioni indotte nella muscolatura, dai conati di vomito, con buona probabilità peggiorerebbero la situazione.
In quel caso è assolutamente indicato recarsi presso il veterinario e non cercare di far vomitare l’animale.
Anche un’altra evenienza è sconsigliata, quando cioè il boccone ingerito è NASTRIFORME.
Oggetti più lunghi di 20 o 30 cm soprattutto se è già passato del tempo, potrebbero già essere finiti in parte, nell’intestino e l’induzione del vomito potrebbe creare un effetto “tirante” molto pericoloso.

Anche nei cani brachicefali estremi l’induzione al vomito non dovrebbe essere fatta.
Soprattutto in cani che hanno una conformazione molto schiacciata del naso, con respirazione rumorosa, evidente affanno, russamento accentuato.
In questi casi la deglutizione e la respirazione non riescono ad essere perfettamente coordinate e quindi l’induzione al vomito potrebbe causare gravi effetti collaterali, quali l’aspirazione del vomito, con conseguente possibile polmonite ab ingestis.

In generale quindi il consiglio è sempre quello di consultare il proprio medico di fiducia che vi consiglierà la soluzione più confacente al vostro caso.

Esistono altri rimedi per indurre il vomito?

Si esistono altri emetici, di uso comune, il più noto è l’acqua ossigenata.
Io non la uso, in quanto non ha la stessa immediata efficacia del sale grosso, che crea vomito, praticamente subito, e comunque nel giro di pochissimi minuti.
Inoltre il sale non crea schiuma, che invece l’acqua ossigenata forma in abbondanza, con un effetto ed una sensazione di soffocamento da parte del cane, estremamente fastidiosa.
C’è anche da considerare il fatto che l’acqua ossigenata può risultare leggermente irritante soprattutto in caso ci fossero ulcere gastriche.
Nei manuali di pronto soccorso infatti viene sempre sconsigliato il suo utilizzo per più di due somministrazioni consecutive e a dosaggi sempre precisi.

Il sale non ha effetti collaterali ed anche la leggera sete che può indurre, non è un fattore che possa in alcun modo danneggiare l’animale.
Tra i rimedi naturali c’è l’Ipecacuana, che non sempre, però è presente in casa e che non sempre funziona.

Un ultimo consiglio: sostanze altamente tossiche

Forse non tutti sanno che, il liquido di raffreddamento dei motori, quello rosa per intenderci, ha un sapore particolarmente gradevole per i nostri animali, ed è però ALTAMENTE TOSSICO, ovviamente.
Il consiglio quindi è quello di non lasciare mai flaconi aperti, o chiusi male dove potrebbero esserci i nostri amici.

come fare vomitare il cane noci guscio ammuffito velenoso usare emeticoAnche i gusci delle noci, quando rimangono per lungo tempo per terra, formano sulla loro superficie una muffa nerastra; quella sembra essere tossica, ed essere in grado (a dosi importanti) di creare uno stato simile al colpo di calore.
Loro sono specialisti nel mettersi nei guai, e noi quindi dobbiamo stare ancora più attenti!

Prima di indurre il vomito comunquecontattate il vostro veterinario.

Per valutare se la situazione di emergenza è adatta all’espulsione del contenuto gastrico o se è comunque necessario intervenire con farmaci che debbono tamponare gli effetti nocivi che la sostanza ingerita potrebbe aver causato durante il periodo in cui è venuta a contatto con l’animale.
E poi, per qualunque dubbio o domanda, siamo a tua disposizione. Trovi i nostri contatti qui.

Bene per oggi è tutto, non perderti tutti gli aggiornamenti iscrivendoti alla nostra newsletters.