Terapie rigenerativa PRP

Medicina rigenerativa veterinaria: PRP per cani e gatti

Presso la Clinica Veterinaria Sant’Anna è possibile accedere alla terapia con PRP per cani e gatti.

Cos’è il PRP (Preparato Ricco di Piastrine)

Il Preparato Ricco di Piastrine è un prodotto ottenuto dalla lavorazione del sangue.
Attraverso la sua centrifugazione, viene ottenuto e poi concentrato il plasma, che conterrà una alta quantità di piastrine, elementi del sangue fondamentali nei processi di riparazione dei tessuti.

Il nostro metodo è manuale, senza l’utilizzo di kit commerciali, metodo che ci consente di ottenere un prodotto altamente concentrato e sicuro, grazie al rispetto di procedure sterili.

Questo metodo di lavorazione consente di poter valutare il miglior tipo di concentrazione, in base alla specie trattata (cane o gatto), quantità di sangue prelevata e condizione fisiologica dell’animale trattato.

La Dott.ssa Elena Sonza, esperta in preparazione PRP, grazie alla frequentazione di corsi dedicati, è in grado di applicare la terapia su cani e gatti con ottimi risultati.

Campi di applicazione del PRP in veterinaria

Il concentrato piastrinico può essere applicato in diversi ambiti.

Le piastrine, sono parti corpuscolate del sangue che, in caso di traumi o infiammazione, vengono richiamate naturalmente dall’organismo, per poter rilasciare i suoi componenti (chiamati fattori di Crescita o GF).

L’utilizzo dei concentrati piastrinici ha lo scopo di portare, là dove serve, un maggior quantitativo di queste sostanze, per promuovere la guarigione, ridurre il dolore, rigenerare i tessuti danneggiati.

PRP in ortopedia

L’infiltrazione di PRP si è dimostrato efficace in caso di:

  • osteoartrosi
  • dolori articolari
  • lesioni tendinee degenerative o traumatiche
  • fratture ossee di lenta guarigione
  • patologie degenerative delle articolazioni

PRP per lesioni non ortopediche

Il Concentrato piastrinico, se attivato, può essere utilizzato in forma solida (Gel Piastrinico).

Questa forma è particolarmente utile nella accelerazione della guarigione di lesioni come:

  • piaghe da decubito
  • lesioni cutanee a scarsa o assente tendenza alla guarigione
  • ferite profonde
  • grandi perdite di tessuto cutaneo (come nel caso di incidenti stradali o ustioni).

La forma liquida invece può essere applicata per:

PRP in oftalmologia

La forma liquida, ulteriormente preparata e trattata può essere utilizzata con grande efficacia anche come collirio, sfruttando la sua grande capacità rigenerativa dei tessuti.
In caso di ulcere corneali superficiali e profonde, l’uso della medicina rigenerativa può essere davvero molto efficace, più di qualunque altro trattamento.

Come avviene il trattamento nel cane e gatto?

La terapia con PRP consiste nel prelievo di sangue dal paziente, sua lavorazione e preparazione nella forma utile al trattamento (liquido o solido) e poi iniettato per infiltrazione nella zona interessata, che sarà preventivamente preparata e disinfettata (per la forma liquida), applicato e poi fissato con bendaggi nel caso della forma solida.

La necessità o meno di sedazione dipende dalla localizzazione della lesione, trattabilità del paziente e gravità della condizione.
Il più delle volte non è necessaria.

La frequenza del trattamento è stabilita in base alla necessità.
Nelle lesioni articolari e legamentose, il risultato terapeutico può essere ottenuto anche con una o due infiltrazioni sole.
Nelle ulcere, invece, potrebbero essere necessarie più applicazioni.

Se vuoi maggiori informazioni contattaci da qui.