Sintomi di torsione che non puoi ignorare

La torsione dello stomaco è situazione acutissima che porta a morte certa il tuo cane se non la sai riconoscere e gestire per tempo.
In questo articolo scopriamo quali sono i sintomi più importanti a cui fare attenzione per essere in grado di curare in tempo la sindrome.

Torsione dello stomaco nel cane

Questa patologia è una delle cause più frequenti di morte nei cani di taglia grande e gigante.

Solo il tuo tempestivo intervento può salvare il cane.

Ecco perché è così importante che tu legga con grande attenzione questo articolo.

La sindrome dilatazione-torsione dello stomaco nel cane (anche chiamata GDV) è una condizione per cui lo stomaco del cane, prima si dilata e poi si torce su se stesso non consentendo più ai gas, che si formano al suo interno, di liberarsi.
La torsione, soprattutto se completa porta i vasi sanguigni a ostruirsi provocando, nel giro di poche ore, una cascata di eventi che portano alla morte del cane.

La prognosi si aggrava quanto più passa il tempo dall’insorgenza. Ecco perché è così importante saper riconoscere i sintomi immediatamente.

Sintomi della torsione

I sintomi che vengono riferiti più di frequente, a cui dovrai fare attenzione, sono variabili a seconda dello stadio in cui si trova l’animale.
All’inizio il cane presenta:

  • irrequietezza, agitazione
  • affanno
  • salivazione profusa
  • conati di vomito infruttosi
  • sete intensa
  • marcata distensione addominale anteriore
  • dolore con inarcamento del dorso
  • rigonfiamento dello stomaco sul lato sinistro
  • arti anteriori tenuti “a cavalletto”– per facilitare la respirazione.

Se i sintomi persistono senza intervenire (o perché non ci si accorge del problema) si instaurano anche

  • abbattimento del sensorio
  • fino allo stato comatoso

Il sintomo principale è una sensazione di malessere che col passare dei minuti diventa sempre più grave  in modo del tutto improvviso.

Partecipa alla nostra diretta Facebook – Focus Torsione dello stomaco

Alla visita il cane presenta:

  • Mucose apparenti – da pallide a molto congeste o cianotiche, da secche a molto umide, con un tempo di riempimento capillare generalmente rallentato. Le variabili variano a seconda del tempo trascorso dall’inizio della sindrome
  • Temperatura – all’inizio è presente ipertermia o normotermia, ma nelle fasi più avanzate e gravi i pazienti si presentano ipotermici
  • Respiro superficiale, dovuto al dolore e al tentativo di contrastare l’acidosi metabolica in atto e la pressione dello stomaco dilatato sul diaframma
  • Dolorabilità alla palpazione addominale – con difficoltà o impossibilità di apprezzare altri organi oltre a stomaco e milza a causa della loro dilatazione e aumento di volume
  • Percussione del fianco sinistro – presenza di sonorità timpanica dovuta alla raccolta di gas nel lume gastrico, che in caso di distensione imponente può anche arrivare a coinvolgere il fianco destro
  • Auscultazione – rumore metallico ed eventuali borborigmi

La visita dovrà essere seguita anche da diagnostica per immagini (radiologica) al fine di poter differenziare la semplice dilatazione dalla torsione e comprendere il grado della dislocazione per decidere come intervenire e in che tempi.

Cosa fare in caso si presentino questi sintomi?

È importante recarsi immediatamente presso un pronto soccorso avvertendo dell’arrivo.

Il dato più importante da ricordare per valutare la percentuale di successo o insuccesso terapeutico è il tempo trascorso dall’insorgenza.

Il tempo trascorso dall’insorgenza del problema è direttamente proporzionale alla percentuale di insuccesso terapeutico

Terapia della torsione

La terapia consiste nell’intervento chirurgico che deve essere effettuato quanto prima, valutando lo stato generale del cane con analisi ematiche per consentire la stabilizzazione del paziente.

Considerando l’altissima percentuale di recidive risulta fondamentale effettuare, in sede di intervento anche la gastropessi (legatura dello stomaco) per fissare lo stomaco e non permettere più la torsione.

Il paziente potrà essere ricoverato in degenza per 24/48 ore a seconda delle lesioni interne instauratesi.

Infine un ultimo consiglio: se ancora non l’hai fatto valuta la possibilità di attivare una assicurazione malattia e infortunio Tippet (Powered by Marsh).

Con meno di 1 euro al giorno, potrai far fronte alle spese mediche, diagnostiche e chirurgiche veterinarie del tuo pet, comprese quelle per la torsione dello stomaco.

Per maggiori informazioni:

Vuoi rimanere informato sulle nostre pubblicazioni e iniziative? Iscriviti al nostro nuovo canale Telegram.

Bibliografia:

FATTORI PROGNOSTICI IN CORSO DI SINDROME DA DILATAZIONE E TORSIONE GASTRICA NEL CANE